Monthly Archives: December 2011

Tanti auguri da Babbo Natale

Advertisements
Tagged

X-Men #5

X-men_vol_1_5

Abbiamo lasciato la nostra bislacca cricca mutante con il Professor X senza poteri e con la Confraternità della Malvagità Malvagia a piede libero. Mosci mosci (ehi, lo sapevate che significa “Pronto?” nelle risposte telefoniche giapponesi?) tornano alla scuola per far riposare il professore nella speranza che torni come nuovo. Quel somaro di Ciclope apre la porta con i suoi raggi dagli occhi, che tanto cambiare le serrature non costa niente e di fabbri ne trovi ad ogni angolo, guarda. E poi è inutile, Marvel Girl aveva già tirato fuori le chiavi dalla tasca. Che cafonazzo.
L’allegra ghenga deve fronteggiare l’arrivo della più terribile delle minacce: i coniugi Grey vengono a visitare la figlia, per vedere come funziona la scuola che tanto è stata loro raccomandata.
Ci trovano un gruppetto promiscuo di adolescenti, 4 maschi in calore con la loro indifesa figlioletta e nessun adulto responsabile a vigilare. “Il Prof X? Ma va là, quel babbione ci lascia fare quel che vogliamo. Su, su, che vi mostriamo la nostra palestra.” “Ma è una stanza vuota…” “Cosa volete, i tagli all’istruzione… non ci sono ancora arrivati gli strumenti”. Intanto è la scusa buona per eliminare quello stracciapalle di Ciclope, chiudendolo accidentalmente (seee, come no) nella stanza del pericolo. Lui ne esce semplicemente spaccando tutto.
Insomma, complice la demenza senile dei due rimbambiti genitori, gli X-Men la fanno franca, senza suscitare nessun sospetto.
Nel frattempo, la Congrega della Malvagità Malvagia cerca il nascondiglio segreto degli X-Men per fargli il c… per far loro una simpatica sorpresa. Decidono di mettere in piedi un astutissimo trucco: travestono il rospo da un atleta con la faccia di David Hasselhoff e lo fanno correre ad una corsa ad ostacoli. In questo modo, sperano che i mutanti gli chiedano di unirsi a loro.
I mutanti lo vedono e stanno per caderci come un pero (cotto) marcio: lo traggono in salvo da una folla inferocita (cioè, fino a tre minuti prima, tutti in visibilio perchè questo è bravo nella corsa ad ostacoli. Ora, siccome è troppo bravo, se la prendono con lui e dicono che bara. Mah!) e prendono la metro verso il loro quartier generale.
Ma il rospo si fa riconoscere e quindi il piano è sventato.
Come ipnotizzato, il rospo vuole tornare alla sua di base (l’asteroide M, che Magneto fa le cose in grande. Uno si compra un rolex, una ferrari, lui si fa l’asteroide… vabbè).
Gli X-Men lo seguono, Angelo viene catturato, rissa, gli X-Men liberano Angelo.
Ciclope viene scaraventato nello spazio, ma non c’è problema: della depressione che lo dovrebbe far esplodere istantaneamente, del freddo siderale o, quantomeno, della mancanza di ossigeno nel vuoto cosmico, qui ce ne facciamo un baffo, chè stiamo a leggere i comics, mica a leggere un libro di fisica.
L’Uomo Ghiaccio salva Ciclope, ancora rissa, spaccano l’asteroide di Magneto e fan ritorno alla base.
Quando raccontano l’avvenuto al Prof, lui dice che sa già tutto e che la sua perdita di poteri… beh, è stata uno scherzetto. Che, cioè, dovevo inventarmi una scusa per stare a sa a guardarmi Perry Mason mentre voi rischiavate la vita. Ragazzi, avete superato la prova.
Dimostrandosi così simpatico, il Professore conclude il numero motteggiando sul valore dei suoi ragazzi e sulla fine del loro addestramento.
Cioè, proprio uno stronzo.

Tagged ,

Doctor Who S06E08

Il Dottore e Martha scappano da un pericolo che non si capisce bene cosa sia. In realtà pare is tratti di una famiglia che si chiama La Famiglia. Sono degli alieni con l'olfatto sopraffino che, come segugi, inseguiranno il dottore nello spazio e nel tempo per sempre. Dici: e come fanno a viaggiare nel tempo? Rispondi: e che ne so io?
Anziché utilizzare una doccia cosmica o una roba del genere per levarsi di dosso l'odore caratteristico dei Time Lord (vero motivo per cui Rose Tyler ha abbandonato – e per cui Martha Jones ci sta già pensando), lui decide di trasformarsi in un umano.
Pensi: ma l'odore di Martha? Massì, che poi gli umani hanno tutti lo stesso odore (se, bravo, dimmi tu che Mary Elizabeth Winstead emana lo stesso olezzo di un camionista ubriaco in un fast food da 2 ore che non vede una doccia da 4 giorni che è da quando è partito che c'è un sole che non ti dico e con l'umidità son quasi 40° e insomma, io mi immagino che il profumo della Winstead sia un filino meglio).
Insomma, il Dottore diventa professore di una scuola inglese del 1913 e Martha, tanto per cambiare, gli fa da sguattera.
Il piano è semplice: nascondersi per 3 mesi in modo da far perdere le proprie tracce  e far morire di fame La Famiglia. (Argomenti: ma se questi viaggiano nel tempo e nell'universo non li trovano, tipo, tre mesi dopo?? Ribatti: Ebbasta.)
Diventando umano il Dottore ha perso la memoria, per cui non sa di essere un Time Lord. E cosa fanno gli umani? Appena vedono che ce n'è, tentano il limone. E gli va anche bene (anceh se la tipa è piuttosto cofana, diciamo).
Lui tiene un diario dei suoi sogni (che in realtà mica sono sogni, sono ricordi, ma lui non lo sa) e glielo fa leggere. Con questa scusa e facendole un ritratto la intorta abbastanza.
Intanto Martha si va a vedere i filmini del Dottore che le spiega come comportarsi (in 34 agevoli punti elenco). Lei vorrebbe farsi limonare, ma alla fine è solo una sguattera, quindi il Dottore umanizzato la caca ancora meno del solito.
Per far tornare normale il Dottore, basta fargli aprire il suo orologio. Il problema è che un moccioso glielo frega e lo apre, facendo sentire la spuzza di Dottore alla Famiglia. Questi arrivano, usano degli spaventapasseri cattivissimi (fichissimi!) e si impossessano del corpo di alcune persone.
Badabim, badabum, e La Famiglia irrompe nella festa danzante dove ci sono il Dottore, Martha e la cofana che si limona la versione umana del Dottore.
Lo sgamano, ma loro vogliono un vero Time Lord, mica un umano pezzente (ché sennò si accontentavano degli altri che avean preso). Quindi lo minacciano: o torni com'eri, o torno da mia madre… No, aspe', questa è di una telenovela. Gli intimano di tornare al suo aspetto originale, sennò gli accoppano Martha o la cofana. Lui in realtà manco capisce cosa gli stanno dicendo. Io la cofana l'avrei sacrificata senza tante paturnie, ma tant'è. Il Dottore è il Dottore e non permette che nessuno ci lasci le scorze, neanche se cofana. Per cui, hangover!

Tagged ,

Misfits S03E05

Kelly e una tizia in coma si scambiano il corpo, ma grazie all’aiuto di Seth, le cose si rimettono al loro posto. Ah, e per sbaglio muore di nuovo il probation worker (peccato, mi stava simpatico).

Se è vero che le storie di successo si possono riassumere in 20 parole, questo soggetto di sicuro è sulla buona strada. Per il resto è sempre l’abituale serie piacevolissima da vedere. Rudy in formissima.

Tagged ,