Doctor Who S04E02 – The fires of Pompeii

Il Dottore e Donna fanno il loro primo viaggio insieme a Pompei. Il Dottore spiega alla sua nuova compagna che il Tardis permette loro di capire e di farsi capire in qualsiasi lingua.
E vai con gli esperimenti: e se proviamo a parlar loro in latino? Il risultato è… Gallese!?
Lasciate perdere queste facezie, è il momento di concentrarsi sul problema vero della puntata (ché, voglio dire, un viaggio dove vedono qualcosa e basta, no? ogni volta che il Dottore va da qualche parte, si rischia sempre il finimondo, anzi, in finiuniverso. Secondo me mena anche un po' rogna).  In sostanza il problema è che a Pompei ci sono sti veggenti che in realtà hanno iniziato a imbroccarci sul serio. Cioè prima dicevano robe del tipo: "Domani ci sarà bel tempo, ma forse no" e ora ti indovinano il codice fiscale e il numero di scarpe anche dei forestieri. Solo che nessuno di loro sa nulla in merito all'imminente eruzione del Vesuvio.
In più,  Donna vorrebbe avvertire tutti i pompeiani (le pompeiane no, perchè i portici non si possono muovere), ma il Dottore le spiega che lui non li sopporta proprio i pompeiani, oh, e poi certe cose si possono cambiare e certe altre no. E perché questa no? Perché no. Con un tocco alla Jannacci il Dottore tenta di chiudere la conversazione e passare ai problemi che son problemi veri: i soliti alieni e dei circuiti elettronici intagliati nel marmo. A parte che proprio ci vedo la comodità, usando una roba del genere avrei un telefonino che pesa un quintale e mezzo e non parliamo del pc, guarda.
Comunque, per rispedire a casa sti alieni che sennò accoppano tutti gli abitanti del pianeta terra, il Dottore deve far eruttare il Vesuvio.
Che per lui la scelta è difficile da fare, ma se mettivi lì un leghista proprio c'era la suspence su quale sarebbe stata la sua scelta, guarda. Comunque, tutto è bene quel che finisce bene. E Pompei? Insomma, non stiamo lì a guardare i dettagli. Un po' di cenere si mette sotto il tappeto e poi noi si parte.

Advertisements
Tagged ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s