Doctor Who Special 1 – The next Doctor

Il Dottore arriva nell’Inghilterra dickensiana e rimane basito: qualcuno lo chiama. Come può essere possibile, visto che è da solo e nessuno sa che è lì? Stupore e turbamento: una ragazza invoca l’aiuto del dottore, e arriva David Morrissey (che non c’entra niente con il Morrissey degli Smiths). Quando il Dottore (David Tennant) gli chiede chi è, lui (David Morrissey) gli risponde di essere il Dottore. Tennant, visto che non gli sembra di aver ancora avuto quella fazza lì, conclude che sarà a sua prossima (o una delle prossime) reincarnazioni (anche se si sente offeso perchè Morrissey non si ricorda di lui). Ma il tempo per le divagazioni non è molto: una specie di cugino It della famiglia Addams con la maschera da Cyberman attacca la combriccola e tenta di fuggire.
Chi ci sarà dietro? Ma i Cybermen, ovviamente.
Stavolta a organizzare l’invasione robotica è una tipa bionda che non ha proprio un bel rapporto con i suoi concittadini. Infatti prevede di sterminarli tutti, eventualmente risparmiando qualcuno per farne qualche schiavo.
Com’è, come non è, ammazza un po’ di gente, rapisce un po’ di bambini e li mette al lavoro nella misteriosissima fabbrica dei Cybermen (il sospetto è che li mettano a cucire palloni), si fa eleggere padrona dei Cybermen senza passare per il ballottaggio e assume il controllo delle operazioni. Come premio per la vittoria, la First (Cyber) Lady viene sottoposta al cybertrattamento Ludovico (anche se non se l’aspettava).
Nel frattempo scopriamo che il prossimo Dottore (Morrissey) in realtà è un tizio qualsiasi che ha per sbaglio incamerato la memoria del Dottore (Tennant) e che crede di essere lui (tanto da avere un cacciavite sonico, cioè un cacciavite che se lo batti sul muro… suona!).
C’ha pure un fantastico Tardis (cioè una mongolfiera azzurra), che viene usato da Tennant per sconfiggere il terribile piano segreto dei Cybermen: un robot à-la-Mazinga!
Visto questo, visto tutto.
Ovviamente il Dottore ci riesce, tutti felici, il non-Dottore Morrissey riabbraccia suo figlio, invita il vero Dottore a cena e tutti i bambini possono tornare a lavorare nelle miniere di Londra o nelle fabbriche da rivoluzione industriale senza scocciature.

Advertisements
Tagged ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s