Doctor Who Special 3 – The waters of Mars

Il Dottore va a fare un giro sulla prima base terrestre marziana (che è ben diverso dalla prima base marziana terrestre; il Dottore va sulla prima base costruita dai terrestri sul pianeta Marte). Che poi lo staff è tutta gente simpaticissima e c’è pure un robottino ridicolo. In un impeto di simpatia, il comandante della missione gli dice una roba del tipo: “E tu chi sei? Mo resti qui, che non ti credi di andartene”. In realtà, una volta tanto, il Dottore se ne vorrebbe andare senza fare nulla, visto che gli viene in mente che tutta la base esploderà (sarà scritto in tutti i libri di storia e pure sulla Wikipedia del futuro). Però, oh, hai visto mai. Visto che lo obbligano a restare lì, cerca di capire cosa sta succedendo. E insomma, succede che c’è una specie di virus nell’acqua di Marte che se lo bevi poi butti le fontane dalle mani (claim: “non laverai mai più la tua auto senza pensare ad una comodità del genere”) e contagi le altre persone. Insomma, basta una goccia d’acqua e sei spacciato. Quindi ok, si beve solo birra e, ragazzi, mi raccomando, non fate troppi sforzi che se poi sudate mica ci si può fare la doccia. E tu non sputazzare mentre parli, che mi fai paura e pure un poco di schifo. La cosa si complica quando in realtà ci si rende conto che l’acqua smarcisce i pali (italianizzazione di un noto detto veneto) e non c’è guarnizione che tenga a lungo andare. Lo sapevate che l’acqua è un ottimo solvente? Il che vuol dire che se da un lato siamo contenti di cuocerci la pasta perchè il sale ci si scioglie bene dentro, nel caso dell’invasione di un alieno idrico ci sono dei problemi.
Comunque, in un piccolo delirio di onnipotenza, il Dottore decide di cambiare la Storia (anche se questo sarebbe un punto fisso da non cambiare, ma chissenefrega, io sono il Dottore, la serie porta il mio nome, quindi è mia e me la gestisco io) e di salvare il comandante della base. Il comandante dice: “Sai che c’è? Io dovevo morire oggi e tu mi salvi? E io mi sparo! Ciccacicca!”.
Il Dottore non apprezza sta cosa.
Ma apprezza ancor di meno sta storia della profezia che ci sta per lasciare le penne (entro massimo 2 episodi, direi).

Advertisements
Tagged ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s