Uomini che odiano le donne

OK, ora vanno di moda gli ebook e io mi adeguo. Ho deciso di sperimentare l’esperienza di lettura digitale con un volume snello. E invece no. Mattonazzo thrilleroso da un miliardo di pagine. Ma il vantaggio di leggere praticamente ovunque (cellulare, tablet, pc) ha dato una decisa accelerata alla mia abituale velocità di lettura, permettendomi di arrivare a leggere la parola fine (metaforicamente; altrimenti mi bastava andare all’ultima pagina) in tempi umani. Giudizio sintetico: l’ebook è un formato ampiamente promosso.
Ma non siamo certo qui riuniti per parlare di formati (anche se, volendo, nessuno me lo potrebbe impedire). È giunto il momento di parlare di questo “Uomini che odiano le donne” (a me sarebbe piaciuto storpiare mariadefilippianamente il titolo in “Amici che odiano uomini e donne”).
Io l’ho sempre detto che un thriller deve thrillerare: se un thriller non thrillera, non assolve alla sua funzione fondamentale, non adempie il suo nomen omen.
Nel caso di specie, quello che mi ha tenuto incollato alle pagine (metaforicamente; altrimenti mi bastava mettere una goccia di attak sul tablet/smartphone/pc, ma sai quanti dispositivi rovinati) per tutto il tempo era la costante aspettativa che finalmente la trama decollasse. Ovviamente, risolto il mistero principale (e restava ancora un sesto di romanzo!), ogni speranza è svanita. Ma ormai, volevo finire.
Tutta la storia ruota attorno alla misteriosa sparizione di Harriet Venger. Non è che io sia una persona particolarmente brillante (metafora; la mia genialità è risaputa e indiscussa), però avevo capito dove si andava a parare nel momento stesso in cui il mistero è stato presentato.
Stilisticamente il libro mi è sembrato eccessivamente descrittivo e ridondante in parti assolutamente ininfluenti (e fin troppo sbrigativo nelle parti importanti).
Comunque, nel complesso, l’intera storia si riesce a leggere senza grossi problemi.
Come dire: una pedata sui testicoli è decisamente peggio, ma si trova facilmente anche di meglio.
Per la cronaca: ho deciso che non leggerò gli altri volumi della trilogia.
Nota a margine: il Mac super potentissimo che si vuole comprare Lisbeth ha delle caratteristiche che oggi fanno veramente tenerezza.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s