Doctor Who S05E04 – The time of angels & S05E05 – Flesh and stone

Come fa una persona che conosce il Dottore a lasciargli un messaggio? Ovviamente incide su un importante reperto archeologico un messaggio con le coordinate spazio-temporali in cui farsi venire a prendere. La persona in questione è River Song, il Dottore è sempre il Dottore. Che trova il reperto e con il Tardis la preleva proprio al momento giusto. Tutti insieme (c’è anche Amy, ovviamente) appassionatamente verso una nuova avventura. Il Dottore ha di nuovo a che fare con gli Angeli Piangenti. Che adesso quando ti toccano ti ammazzano. E adesso ogni immagine degli Angeli diventa essa stessa un Angelo.
Come al solito, situazione di pericolo assurdo (un sacco di Angeli), don’t even blink (si muovono solo se nessuno li vede, la versione fantascienza/horror di “1, 2, 3, stella”), angeli dappertutto. E Amy che cova un Angelo in testa e, per assurdo, deve tenere gli occhi chiusi, sennò muore.
E come se non bastasse c’è anche la crepa nel muro di Amy, che cancella le cose dallo spazio-tempo (chi ci va dentro cade nel dimenticatoio senza ritorno, un po’ come chi va all’ “Isola dei famosi”).
E tocca separarsi, usare un walkman e la situazione sembra irrecuperabile.
Ma con una buona dose di fiducia nel Dottore (basta non farlo arrabbiare) tutto torna al suo posto.

Advertisements
Tagged ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s