Doctor Who S05E12 – The Pandorica opens

Dopo un cold open della Madonna, in cui River fa succedere letteralmente l’impossibile (no, dai, non è così “letteralmente”), ci troviamo con la nostra ghenga (composta dal Dottore, da Amy e da una River raccattata per l’occasione) nei pressi di Stonehenge ai tempi degli antichi romani. Per dirla semplice: c’è la gabbia che contiene l’essere più potente dell’universo. E chi ci sarà mai lì dentro?. Tanto fra un po’ si apre e vediamo.
Piccolo problema: Stonehenge è tipo una mega antenna e praticamente tutti i nemici del Dottore hanno origliato e compreso che la Pandorica (sta gabbia) sta per aprirsi.
“Ecché, e chi sono io per non andare a dare un occhio?” pensano i Dalek. Ma il problema è che lo pensano pure i Cybermen, i Sontaran e praticamente tutti gli altri con i nomi impronunciabili e/o platealmente ridicoli.
E quindi?
Vabbè, mezzo spoiler, però dopo un tot di cose ci troviamo di fronte ad un cliffangerone della Madonna (stesso commento che ho fatto all’inizio: bella puntata o sto perdendo capacità espressive?): il Dottore imprigionato nella Pandorica, River imprigionata nel Tardis che sta per esplodere, Rory è tornato (come pezzo della fantasia di Amy) e però per sbaglio ammazza la sua morosa (sort of), tutti i nemici del Dottore son lì d’accordo per evitare che si liberi. E se il Tardis arriva ad esplodere, oltre a dispiacermi perché ormai sono affezionato alla cabina blu, c’è anche un tenue effetto collaterale (che è tenue come l’intestino: ovvero ripieno di cacca): l’universo intero esplode.
Che, oh, io sono affezionato pure a questo universo.
E quindi?
Cliffanger!

Advertisements
Tagged ,