Avengers – La battaglia degli dei

la_battaglia_degli_deiAmmazza aho che ciofeca. In giro avevo letto che sto volume è una sottile metafora della politica statunitense in Iraq, che qua, che là.
Poi ho scelto di usare la testa e, in particolare, i miei occhioni da principe azzurro.
Ho scelto di leggere sto volume.
Me ne sono pentito dopo le prime 10 pagine.
Allora, lasciamo perdere la copertina. Anzi no. La copertina ritrae i Vendicatori cinematografici mentre la storia narrata risale al 2003. E vabbè, ci sta. E sfruttiamo pure l’hype per sto successo al botteghino.
Ma lo facciamo un attimo di appello? Testa di Ferro, Cap e Thor ci sono (e fin qui), mentre nelle storie non vi è traccia di Nick Fury, della Vedova nera, di Hulk, di Occhio di Falco (se non per una gag idiota di un paio di vignette). Ora, io non mi aspettavo certo di trovare una trasposizione del film, ma porcaccia la miseria, mettimi in copertina personaggi che trovo anche dentro. Qui ne mancano più di metà!
Vabbè. Passiamo ai contenuti, che qui le cose peggiorano solamente.
Il primo capitolo è una roba imbarazzante: gli Avengers fanno stato riconosciuto dall’ONU (e questo mi riporta alla mente le battute di qualche anno fa sulle dimensioni del pacco tra amici superdotati – tipo: “Fa provincia?”).
Venti pagine per dire questo.
Poi lo scontro tra gli dei supposto dal titolo è una piccola rissa tra Thor e Iron Man. Thor decide di intervenire per difendere un paese (il Sarkazzistan) dai soprusi, generando possibili complicazioni internazionali. Iron Man viene inviato a fermarlo.
Cioè, lasciam perdere la sottile arte metaforica di rappresentare gli Stati Uniti come IL DIO DEL TUONO GIUSTO CHE INTERVIENE PERCHÈ MOSSO DA COMPASSIONE. Ma qui la trama è veramente scritta su uno strappo di carta igienica: una scaramuccia tra i Vendicatori, poi fanno la pace e tutto va a finire per il meglio.
A concludere il volume, un capitolo che non c’entra una fava sul Fante di Cuori e sul Secondo Ant-Man, che non si possono vedere e su un rapimento di minorenni (risolto molto diligentemente portando il criminale ad ESPLODERE NELLO SPAZIO). Proprio sottili nella scelta delle soluzioni, eh.
Il comparto dei disegni, poi, rientra nel meraviglioso mondo del meh.
Ho letto liste della spesa maggiormente interessanti.

Advertisements
Tagged ,