Hawkeye #2 – The vagabond code

hawkeye_2

 

Vabbè, anche qui non è che succeda molto: Hawkeye conosce il codice dei vagabondi (lo ha imparato nel suo passato circense) e lo usa per capire che sta per succedere qualcosa di grosso. Un furto, in particolare. Che riesce a sventare.
La magia dell’album è data tutta da Aja, che butta dentro una serie di intuizioni grafiche della Madonna (non la cantante) e che dimostra una rarissima padronanza della struttura del medium che usa (non gli stati uniti). Riesce a passare con non chalance da una splash page ad una pagina con 30 vignette, a seconda di quel che la storia richiede.
Hawkeye è da guardare come se fosse una rivista di grafica (esistono?) prima ancora che per leggerne le storie.

Advertisements
Tagged ,